Bando di Finanziamento Europeo Eco-innovation 2013

Il bando, con scadenza prevista il 5 settembre 2013, finanzia progetti imprenditoriali che mirino alla prevenzione o alla riduzione dell’impatto ambientale, replicabili e non ancora immessi sul mercato nelle seguenti aree: riciclo dei materiali; prodotti per l’edilizia sostenibile; settore alimentare e delle bevande; efficienza idrica, trattamento e distribuzione dell’acqua e green business.

Il Bando offre finanziamenti fino ad contributo massimo del 50% dei costi progettuali ammissibili, per progetti replicabili e non ancora immessi sul mercato nelle seguenti Aree:

–          Riciclo dei Materiali;

–          Prodotti per l’edilizia sostenibile;

–          Il settore alimentare e delle bevande;

–          L’efficienza idrica, il trattamento e la distribuzione dell’acqua

–          Green Business.

 

Soggetti ammissibili:

 

L’invito è aperto a tutte le persone giuridiche che hanno sede in paesi ammissibili, quali: i 28 Stati membri dell’UE,Norvegia, Islanda, Liechtenstein,Albania, ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Israele, Montenegro, Serbia e Turchia,altri paesi terzi a condizione che dispongano di adeguati accordi in vigore.

Verrà data priorità ai progetti presentati da Piccole e Medie Imprese.

Tra le caratteristiche generali dei progetti, innanzitutto C’è il carattere dell’ innovatività. I progetti devono inoltre apportare evidenti e sostanziali vantaggi a sostegno degli obiettivi di politica ambientale dell’Unione Europea, tenendo in considerazione le peculiarità e le problematiche economiche. I prodotti/servizi derivanti dai progetti dovranno apportare significativi miglioramenti ambientali, essere replicabili e con ampi margini di redditività. I vantaggi ed il valore aggiunto dei progetti devono essere tali da assumere una rilevanza europea.

E’ inoltre indispensabile che i progetti siano ben strutturati da un punto di vista tecnico e gestionale e

che non rientrino nei criteri di esclusione indicati dal Bando.

Redazione