INCENTIVI FISCALI PER L’ASSUNZIONE DI LAVORATORI SVANTAGGIATI IN CAMPANIA – CREDITO D’IMPOSTA

La Regione Campania interviene con un bonus da 20 milioni di euro per favorire il reinserimento occupazionale di lavoratori svantaggiati e molto svantaggiati e, allo stesso tempo, creare condizioni lavorative continuative, stabili e durature.

I beneficiari sono tutti i soggetti aventi sede legale e/o operativa (stabilimento o ufficio) nella Regione Campania che, in qualità di datori di lavoro, nel periodo compreso tra il 14 maggio 2011 e il 13 maggio 2013, abbiano incrementato o incrementeranno il numero di lavoratori a tempo indeterminato con l’assunzione di lavoratori definiti “svantaggiati” o “molto svantaggiati”.

Per lavoratore svantaggiato si intende:

– chi non ha un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi;
– chi non possiede un diploma di scuola media superiore o professionale;
– i lavoratori che hanno superato i 50 anni di età;
– adulti che vivono soli con una o più persone a carico;
– i lavoratori occupati in professioni o settori caratterizzati da un tasso di disparità uomo-donna
che supera almeno del 25% la disparità media uomo-donna in tutti i settori economici dello
Stato membro interessato se il lavoratore interessato appartiene al genere sottorappresentato;
– i membri di una minoranza nazionale all’interno di uno Stato membro che hanno necessità di
consolidare le proprie esperienze in termini di conoscenze linguistiche, di formazione
professionale o di lavoro, per migliorare le prospettive di accesso ad un’occupazione stabile;

Invece per lavoratore molto svantaggiato si intende il lavoratore senza lavoro da almeno 24 mesi.

Il credito d’imposta è concesso, per ciascun lavoratore “svantaggiato”, assunto nella misura del 50% dei costi salariali sostenuti nei dodici mesi successivi all’assunzione.

Redazione